Corecom Marche - Chi siamo
SERVIZI EROGATI




CHI SIAMO

Il Corecom Marche è un organo indipendente di garanzia e consulenza per la Giunta e il Consiglio regionale in materia di comunicazioni. Le attività che svolge in ambito regionale sono indirizzate ai cittadini, alle associazioni, alle imprese, agli operatori di telecomunicazioni e ai media locali.

In quanto organo regionale, previsto dallo Statuto, Il Comitato regionale per le comunicazioni (Co.Re.Com.) delle Marche, istituito con legge 27 marzo 2001, n. 8, esercita funzioni proprie, in particolare:

  • formula proposte di parere sullo schema di piano nazionale di assegnazione e di ripartizione delle frequenze e sul progetto di rete televisiva senza risorse pubblicitarie;
  • esprime parere preventivo sul programma di cui all'articolo 4 della legge regionale 51/97 e verifica l'utilizzo delle agevolazioni ivi previste;
  • esprime parere sui piani di programmi predisposti dalla concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo, sulle proposte di legge regionale disciplinanti in tutto o in parte la materia rientrante nel settore delle comunicazioni ed esprime ogni altro parere richiesto dagli organi regionali o previsto da leggi e regolamenti in materia di comunicazioni;
  • formula proposte alla concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo ed ai concessionari privati in merito alle programmazioni radiofoniche e televisive trasmesse in ambito nazionale e locale, formula proposte ed esprime pareri sulle forme di collaborazione fra la concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo e le realtà culturali e informative della regione, nonché sui contenuti delle convenzioni che possono essere stipulate in ambito locale con i concessionari privati;
  • propone alla Regione iniziative per stimolare e sviluppare la formazione e la ricerca sulla comunicazione radiotelevisiva;
  • cura la tenuta dell'archivio dei siti delle postazioni emittenti radiotelevisive, nonché degli impianti di trasmissione e/o ripetizione dei segnali di telefonia fissa e mobile;
  • regola l'accesso radiofonico e televisivo regionale;
  • effettua attività di monitoraggio dei telegiornali locali, nonché dei programmi di informazione e di comunicazione politica, per il rispetto del pluralismo politico-istituzionale ai fini di una corretta applicazione della “PAR CONDICIO”.

Allo stesso tempo il Corecom è un organo previsto dalla legge istitutiva dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), nei confronti della quale rappresenta un organo funzionale di controllo e di gestione sul sistema delle comunicazioni in ambito regionale.

Con l'istituzione dell'AGCOM nel 1997 è stato infatti previsto un decentramento a livello regionale di alcune funzioni che riguardano:
=> la vigilanza in materia di tutela dei minori nell'ambito radiotelevisivo locale;
=> l'esercizio del diritto di rettifica, con riferimento al settore radiotelevisivo locale;
=> la vigilanza sulla pubblicazione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione in ambito locale;
=> il tentativo di conciliazione nelle controversie tra gli utenti e gli operatori di comunicazioni elettroniche (gestori dei servizi di telecomunicazioni).

L'attribuzione di queste deleghe è avvenuta a partire dal 1° settembre 2004, a seguito della firma di una convenzione. Il 26 giugno 2013 è stata sottoscritta una nuova convenzione con l'Agcom per l'attribuzione al Corecom Marche delle cosiddette deleghe di “seconda fase”, attive dal 1° luglio 2013, che sono:

  • definizione delle controversie tra utenti e gestori di telefonia e di comunicazione elettronica
  • vigilanza sul rispetto degli obblighi di programmazione e delle disposizioni in materia di esercizio dell'attività radiotelevisiva locale, inclusa la tutela del pluralismo, mediante il monitoraggio delle trasmissioni dell'emittenza locale
  • gestione del Registro degli operatori di comunicazione (R.O.C.)