SERVIZI EROGATI




CONCILIAZIONE DELLE CONTROVERSIE

Ultima comunicazione inserita:
DISCIPLINA DELL'IMPOSTA DI BOLLO PER COPIE CONFORMI
(30 marzo 2017)

Il tentativo obbligatorio di conciliazione è un servizio gratuito con cui è possibile risolvere le controversie tra utenti e operatori delle comunicazioni (servizi di telefonia mobile e fissa, operatori internet, telefonia pubblica, servizi di televisione a pagamento. E' esclusa la competenza del Corecom nelle controversie relative al commercio elettronico).

Il tentativo di conciliazione innanzi al Corecom è obbligatorio, pena l’improcedibilità del ricorso in sede giurisdizionale; la proposizione del tentativo di conciliazione sospende infatti i termini per il ricorso in sede giurisdizionale fino alla scadenza dei 30 giorni previsti per la conclusione della procedura.
La conciliazione non è prevista nel caso di operazioni di mero recupero di crediti relativi alle prestazioni effettuate, purché il mancato pagamento non sia dipeso da contestazioni relative alle prestazioni stesse, né nel caso in cui l’utente finale intenda proporre eccezioni, domande riconvenzionali o opposizione a decreto ingiuntivo.
Se nel termine di 30 giorni dalla data di presentazione dell’istanza di conciliazione (data di protocollazione) la procedura non è conclusa, le parti possono comunque rivolgersi all’autorità giudiziaria. In questi casi gli utenti devono darne comunicazione all’ufficio che prenderà atto della volontà di abbandonare la procedura conciliativa e procederà alla chiusura della pratica.

CONCILIAZIONE DELLE CONTROVERSIE
Responsabile: Dott. Paolo Rossi

 MAGGIORI INFORMAZIONI
Come attivare la procedura di conciliazione (Formulario UG)
Come attivare la procedura per l'adozione di provvedimenti temporanei (Formulario GU5)
Contenzioso tra utenti e operatori
Vademecum

 

(ultimo aggiornamento 21 gennaio 2016)